Istruttore

La qualifica di Istruttore è propedeutica per la formazione successiva dei Tecnici per le discipline di nuoto, pallanuoto, nuoto sincronizzato, salvamento, fitness in acqua.

La qualifica abilita a tutte le attività d’insegnamento nell’ambito di una scuola nuoto sotto la supervisione di un tecnico in possesso del brevetto di Coordinatore.

Il corso di formazione e il relativo esame sono organizzati dall’articolazione del SIT dei del Comitato territoriale competente.

REQUISITI DI AMMISSIONE
Per partecipare al corso Istruttore è necessario:
a. Aver compiuto 18 anni al momento della prova di ammissione
b. Essere in possesso della licenza secondaria di primo grado
c. Non aver riportato condanne penali
d. Disporre di certificato di idoneità all’attività sportiva non agonistica rilasciato da un medico sportivo o dal medico di base da consegnare al momento del primo accredito in presenza
e. Superare una prova pratica attitudinale previo versamento della relativa quota. Gli Assistenti Bagnanti FIN con tessera in corso di validità devono sostenere la prova pratica attitudinale senza versare la relativa quota. Gli atleti tesserati agonisti o ex atleti con almeno quattro anni di tesseramento consecutivo nel decennio antecedente la prova pratica, sono esentati dalla prova stessa e dal versamento della relativa quota
f. Compilare la modulistica relativa
g. Iscriversi al portale federale e versare la quota di partecipazione seguendo le istruzioni fornite dal Comitato Regionale

 Nel corso della prova pratica attitudinale il candidato deve possedere le abilità motorie acquatiche necessarie per svolgere le sue funzioni, nello specifico:
a. Tuffo di testa correttamente eseguito
b. Recupero di oggetto posto a un minimo di 2 metri di profondità
c. Percorrenza di 12 metri in subacquea
d. Stazionamento verticale con gambe a bicicletta per almeno 20 secondi
e. Nuotare 25 metri per ciascuno degli stili regolamentari (farfalla – dorso – rana – stile libero) con tecnica adeguata, tale cioè da non comportare squalifica se eseguita in un contesto agonistico


MODALITÀ DI SVOLGIMENTO DELLE PROVE DI ESAME
Le prove di esame si svolgono tra 15 e 30 giorni dopo la conclusione del corso
Alle prove d’esame sono ammessi solo i corsisti che hanno partecipato ad un minimo del 75% delle ore di lezione e svolto interamente il tirocinio pratico previsto
Le prove d’esame consistono in:
• un test scritto composto da 50 domande a risposta chiusa selezionate da un database messo a disposizione dal SIT Nazionale
• un colloquio orale mediante le quali evidenziare la conoscenza dei contenuti proposti e il grado di competenza acquisito.
L’esito della prova scritta costituisce un elemento orientativo della valutazione e non può quindi precludere la partecipazione del candidato all’esame orale.
In condizioni particolari le prove d’esame possono essere svolte online secondo il disciplinare predisposto dal SIT Nazionale
I candidati assenti o risultati non idonei all'esame possono sostenere una seconda prova dietro versamento dell’apposita quota e richiesta scritta, non prima di 60 giorni e non oltre un anno dalla data del primo esame, in una sessione ordinaria successiva o in altra sessione appositamente costituita. Qualora il candidato risulti ancora assente o non idoneo deve frequentare nuovamente il corso versando la relativa quota